Gianni Carraria Martinotti

Lo specchio

A Livio e Wanda

Rifletteva la sua immagine senza rughe,
lo specchio; il libro della vita era alle prime pagine!
Era giovane, era forte,
non sapeva ancora
cosa gli avrebbo riservato la sorte: una vita felice o da dannato,
l’ultimo secondo lo avrebbe deciso il Fato. Riflette la sua immagine, lo specchio, è solo, adesso a tante rughe, un corpo da vecchio, ha conosciuto vittorie e sconfitte,
ha avuto elogi ed umiliazioni:
però… quante emozioni gli ha dato la vita. Tante, come le gocce di un temporale.
Tante, come i granelli di sabbia
di una spiaggia accarezzata dal maestrale.

Gianni Carraria Martinotti