Biellaclub

Masserano: Palazzo dei Principi

Stucchi, affreschi e soffitti a cassettoni del XV secolo

Palazzo dei Principi Ferrero Fieschi. Il palazzo fu costruito dai Ferrero-Fieschi, principi di Masserano, tra il 1597 e il 1634. Le sale sono ricche di decorazioni in marmo, stucchi e affreschi con soffitti a cassettoni di legno dipinto. Una di queste ospita l'altare di legno dorato, o Ancona del Tiberino, proveniente dalla chiesa di San Teonesto, prezioso lavoro di scultura del 1654. Il palazzo è ora sede comunale. www.ecomuseodelbiellese.it

Masserano fu all'inizio del XII secolo sotto la giurisdizione del Vescovo di Vercelli, nel 1243 fu ceduta dal legato pontificio al Comune di Vercelli. Nel 1394 il Vescovo di Vercelli, Lodovico Fieschi, ottenne che Masserano venisse infeudata a suo fratello Antonio da papa Bonifacio IX. I Fieschi tennero il feudo pontificio per quasi quattro secoli; nel 1517 la famiglia assunse il cognome di Ferrero-Fieschi a seguito dell'adozione di Filiberto Ferrero, che unì ai possedimenti dei Fieschi quelli della sua famiglia. Il feudo fu elevato a contea nel 1506 da papa Giulio II, a marchesato nel 1547 da papa Paolo III e a principato nel 1598 da papa Clemente VIII (la denominazione completa era Principato di Messerano e Marchesato di Crevacuore). Esasperata dai soprusi dei Ferrero-Fieschi, il 2 luglio 1624 la popolazione insorse contro il principe Francesco Filiberto, assalì il castello, lo saccheggiò e lo distrusse completamente.
La natura di feudo pontificio, direttamente dipendente dalla Santa Sede, faceva del Principato di Messerano un'entità statale di fatto indipendente. Il 12 luglio 1741 Carlo Emanuele III di Savoia riuscì a farsi nominare, da papa Benedetto XIV, vicario pontificio per il principato, nel 1753 ottenne dal papa la cessione del feudo e il 20 marzo 1767 la rinuncia di ogni diritto sovrano da parte dall'ultimo principe, Vittorio Filippo, che si trasferì in Spagna. Grazie al privilegio di battere moneta, concesso nel 1158 dall'imperatore Federico Barbarossa alla famiglia Fieschi, Masserano è stata sede di una zecca attiva dall'inizio del XVI secolo fino al 1690. wikipedia.org



altri link: Comune di Masserano

biellaclub
01 settembre 2012


home page Questa pagina vuole essere un piccolo contributo per mostrare la storia, la cultura o le tradizioni del Biellese. Il progetto di Biellaclub è la realizzazione di un grande archivio di facile e libera consultazione.
L'inserimento del materiale sul sito è aperto a chiunque voglia collaborare: info@biellaclub.it
Musei Biellesi