Biella nel '900
fatti, personaggi e immagini - Vol. II
di Ugo Mosca

Automobile Club di Biella

[...] L’Automobile Club Biellese, uno dei primi in Italia, venne fondato nel febbraio 1913 quale sezione autonoma dell’Unione Sportiva Biellese, dalla quale peraltro si staccò nel corso dello stesso anno. ... La sede venne locata in via XX Settembre al canone annuo di lire settecentocinquanta e la quota annuale di associazione venne fissata in lire trenta, di cui sei come tassa d’entrata. Nei primi anni la nuova associazione organizzò gite e gare sportive, partecipando tra l’altro al “chilometro lanciato” in automobile e all’Esposizione Internazionale dello Sport di Vercelli, ove espose la vettura De Dion Bouton, tuttora visibile all’ingresso della sede sociale presentata pure nel 1933 alla mostra retrospettiva dell’autoveicolo di Milano, dove giunse con le proprie forze in cinque ore ... Nel 1928 il R.A.C.I. di Biella appoggiò con convinzione il tracciato alto dell’autostrada Torino-Milano, di cui si occupò personalmente Oreste Rivetti [...]


la De Dion Bouton del 1898

 

Circuito Automobilistico
Antonio Brivio Sforza e Carlo Felice Trossi

[...] Il 2 settembre del 1934, si corse il 1° Circuito Automobilistico ... Tre furono le batterie vinte rispettivamente da Felice Trossi, da Tazio Nuvolari e da Achielle Varzi. La finale vide vincitore ancora Trossi (Alfa Romeo 3000) che percorse i 40 giri pari a km. 88 in 1 ora 2 minuti e 57 secondi, alla media di km. 83.871 ...
Il 9 giugno 1935 si corse il 2° Circuito Automobilistico di Biella, articolato non in tre ma in due batterie più la finale. Primi nelle due batterie furono Tazio Nuvolari e Luigi Ghiron. La prova finale venne vinta da Nuvolari (Alfa Romeo 3200) [...]


Trossi e Nuvolari a Biella

 

Il Cineclub Biella

[…] . Nel mese di ottobre del 1951 ... sorgeva a Biella Il Centro Studentesco Cinematografico (C.S.C.) ... Tutto ruotava attorno a tre personaggi: Sacchi, Pisca e Tamaroglio coadiuvati da un gran numero di attori e collaboratori. Anche se il gruppo disponeva solo di una vecchia macchina da presa in 16 mm e pochi soldi, grazie alle tante idee si mise subito al'opera ed iniziò a girare il primo film "Ombre sulla città", storia di furti, rapine e assassinii con un po' di tenero in mezzo ... Il film venne accolto con successo in città e il C.S.C. iniziò a girare il secondo filmato: Villa degli abeti" ... Nel 1954 venne fondato il Cine Club Biella che produsse "Cow Boy Story" una variante dei grandi western americani ... [...]


da sinistra: G.Pisca, E. Gastaldi, G. Boschetti,
P. Tamaroglio, U. Gregoretti, P. Sacchi.


Club Alpino Italiano sezione di Biella
Esploratori, alpinisti e guide alpine

Il Club Alpino Italiano venne costituito Torino nel 1863, su un'idea di Quintino Sella ... a Biella si costituì nel 1873. Da allora tutta una serie di alpinisti si cimentarono in ardite escursioni... tra i primi troviamo un altro personaggio della famiglia: Vittorio Sella. Le sue imprese alpinistiche iniziarono negli ultimi decenni del 1800 con scalate a montagne italiane tra cui rilevante fu la prima ascensione invernale del Cervino. Tra il 1889 e il 1896 si collocarono le tre spedizioni nel Caucaso, mentre negli anni successivi ci fu la partecipazione al Monte Sant'Elia in Alaska (1897), al Ruwenzori (1906) e al Karakorum (1909) ... carattere peculiare dell'attività alpinistica di Vittorio Sella fu quella di essere anche occasione per un'accurata documentazione fotografica, la prima ad avere come oggetto la montagna nei suoi diversi aspetti, tanto che egli fu definito "il principe dei fotografi della montagna" [...]


1909 - F. Negrotti cambiaso, F. de Filippi e V. Sella

brani e immagini tratti dal libro
Biella nel '900
fatti, personaggi e immagini - vol. II
di Ugo Mosca - Edizioni «Lineadaria» - Biella 2008



Stampa questa pagina




materiale preparato da Giorgio Gulmini e Roberto Moretto
aprile 2009

Lo scopo di queste pagine è di mostrare attraverso i libri locali le caratteristiche storiche, turistiche, sociali ed economiche del Biellese. Qualche fotografia e un po' di testo: non c'è pretesa di fare un lavoro perfetto, ma solo di dare qualche indicazione, creando un archivio che cresce e migliora nel tempo. IL BIELLESE NEI LIBRI è a disposizione di tutti gli editori/autori che vogliano fare conoscere le opere riguardanti il territorio. La pubblicazione avviene in forma gratuita.