Racconti e poesie

Racconti brevi, aforismi e poesie scritti da autori biellesi

Gomma

luglio2013

Gomma

Piccola gomma
che sulla carta
sai cancellare
le parole amare;
vorrei vederti crescere
immensa divenire,
per cancellare sulla
terra,
l’orrenda parola
guerra!

Rosangela Gabella – poesiabiellese@libero.it

Nonna

luglio2013

Nonna

“Ricordi nonna, quando mi cullavi
e il mio sonno aspettavi,
con la mano mia piccina
dentro la tua, raccolta,
rapita ti osservavo
e le favole tue
a memoria recitavo?”

Cresciuta ora mi sento
e ti osservo ancor sempre.
Tenerezza e malinconia,
i capelli d’oro
che si fan d’argento.
Le rughe, gli occhiali
il passo lento.

“Tutto so, bambina mia,
un ricordo c’è, assai speciale
che tu non puoi ricordare.
Sulla guancia
fin che Dio vorrà,
impresso, ben posato,
è il primo bacio
che mi hai donato.”

Rosangela Gabella – poesiabiellese@libero.it

Bella addormentata

luglio2013

Profilo sud del Monte Mucrone, detto ” Maria Vittoria che dorme ”

Bella addormentata

Per voi
è il primo saluto
del mio mattino,
sguardo di velluto.

Presenti a tutte l’ore
li siete.
Amate montagne
in gruppo vivete.

Mani unite, insieme
proteggete un gran tesoro;
La Madonnina Nera
che dei pellegrini è lode in coro.

Specchio delle stagioni
è la bella Addormentata.
Dal terrazzo di casa mia,
m’appare tutta animata.

Vedo il principe Sole
scaldarla, baciarla.
Nuvole premurose, posare leggero velo
è lucciole celesti la notte vegliarla.

Non svegliarti mai ! ti prego.
delle montagne di Biella
sei la fiaba,
la più bella.

Rosangela Gabella – poesiabiellese@libero.it

Ant’ al bal

luglio2013

Li satà.

Ogni tant, na vota al meis,
mi e l’mè balarin,
a la sossa manera
j manduma via ij sagrin.

J fuma nen di grand sautun
i-s cuntetuma di na marcëtta,
d’in valser lent, düj tanghi
e na masurchëtta.

Però is na fuma na pel
a vardé sti vigiot
che ciapà ‘ nt la tampesta urmunal
a-s crëdu n’cura di giuvnot.

Arriva la “cumparsita”
tücc an pista
a ci ca strensc pü fort.

Ma j’han da fé ij cünt
cun la pansciota
al fià cürt, al südor.
Marun, as miju mac pü na buiota!

Rosangela Gabella – poesiabiellese@libero.it

Li satà.

luglio2013

Li satà.

Radis prufundi
carsüij suta magra tera
ansema la brüta vuss
ad la guera.

Stent, dulur,
miseria, delüsiun
amur, peransi
e tanti urassiun.

Sun ‘j noss Vecc,
j Noni.
Cumussiun l’è ritruveji
magari bisnoni.

quasi tücc ansema
an-ti na grossa cà
an fila süi cadreghi
di na sala, li satà.

An cit suriss
sü la facia rassegnà
a vuss bassa
ad digu:

“portmi a cà…
ma specia la mia Mama,
fi-na l ‘gat ch’al gnaula,
ch’al ciama…”

Paroli ch’a strensu l’cheur.
Magun l’è dinta mì.
I tas, fach na carëssa
e i vach via da lì.

Ma pë fora i pens sagrinà
a quant chi sarù
magari fin-a mì
ant’ ün-a ‘dsi sali,
an fila, li satà.si.

Rosangela Gabella – poesiabiellese@libero.it

Nostalgia

luglio2013

Nostalgia

Avere rivorrei
quel poco
quando da un sorriso
nasceva un gioco.

Del calamaio
il profumo gradito
mentre di sogni, la penna,
le righe ha riempito.

Il passo goffo
dentro gli zoccoletti,
i vestiti sbiaditi
stretti, corti, piccoletti.

Di quel tempo
nostalgia io ti sento
e sovente ritorni
nei giorno ora d’argento.

Rosangela Gabella – poesiabiellese@libero.it

Due mani speciali

luglio2013

Due mani speciali

Timidamente
si sfioravano
emozioni
si donavano.

Per lungo tempo
si son studiate
ed improvvisamente
amate.

L’una all’altra
l’anello ha donato
han detto sì
quel giorno sospirato.

Davanti a Dio
un giuramento
per tutta la vita assieme
nella gioia e nel tormento.

Molti giorni han vissuto
dalla fortuna assistite
nel riposo, nel lavoro
sempre vicine ed unite.

Quelle mani
sono un po’ cambiate
lo dicono gli anelli
un poco consumati.

Ma tanto affetto
ancora san donarsi
e strette strette
abbracciate ritrovarsi.

Rosangela Gabella – poesiabiellese@libero.it

  • biella
    Tutte le poesie e i racconti sono forniti dai rispettivi autori o da chi ne è autorizzato. Nessun uso di esse può essere fatto senza autorizzazione. Sono inserite opere scritte da persone che vivono o che sono originarie del biellese. Tutti possono partecipare inviando una mail a biellaclub@gmail.com con: nome e cognome (o pseudonimo), e-mail da pubblicare (o eventuale link internet), testo di almeno due opere. - Sono pubblicate da 2 a 7 opere per ogni autore.