Racconti e poesie

Racconti brevi, aforismi e poesie scritti da autori biellesi

CHIUSO IN UN ELLISSE DI CIELO

maggio2005

E ti vorrei vedere correre da un punto in primo piano,
non attraverso ad una foto tratteggiata da lontano.
Vorrei sentire la tua voce nel palmo di una mano
non le parole disegnate su un giornale del mattino
e mi confondono i tuoi sguardi in cerca di definizione
quella che lentamente sfuma e mi mette in confusione

E ti vorrei vedere avvolta in un soffice maglione,
non attraverso ad un vestito per un cambio di stagione.
Vorrei sentire le tue labbra mormorare piano piano,
non una vecchia melodia di seconda o terza mano
e mi confondono piu’ i tuoi occhi che la tua distrazione
quella che argina i silenzi, con un po’ di confusione

Sara’che il modo per trattenerti
vive nel giorno in cui lasciarti andare
sara’che il tempo per incontrarti
nasce da un gesto fatto in punta di piedi
sara’che il luogo del desiderio
nasce da un tratto indeciso e confuso
sara’che l’attimo di una gioia
vive in oggetti abbandonati in cantina

Sara’che il giorno in cui lasciarti andare
vive nel pozzo, ma non dei desideri
sara’che un gesto fatto in punta di piedi
nasce rinchiuso in un’ellisse di cielo
sara’che un tratto indeciso e confuso
nasce da un’ombra che si accende nel buio
sara’che oggetti abbandonati in cantina
prendono forma, si, e piu’bella di prima

Daniele Albarello

SONO BELLE

aprile2005

Sono belle le tue parole nella loro semplicità
si fanno ascoltare con il naso all’insù
lasciano segni leggeri tra le pagine scritte
di un quaderno che dorme nel tuo zaino di scuola

sono tante quelle strade che tu ancora non conosci
sono discese, sono salite, questo si, lo scoprirai
e sorrido al pensiero di quel ponte lontano
proverò a immaginarlo e a cantarlo insieme a te

Prendi quello che ho da darti poi lo aggiungi a ciò che hai
è una strada che si apre e di corsa tu andrai
prendi quello che trovi, rischia pure anche un po’
lascia tracce importanti che raccontino di te

sono belli i tuoi pensieri, un po’ strani e un po’ randagi
dicono tutto e dicono poco, però parlano di te
non cambiarli domani, sono oggetti preziosi
costruiscono quei ponti che prima o poi traverserai

sono belli questi tuoi anni, sono veloci come te
me se guardi là lontano sai che il ponte ora c’è
sulla strada che hai scelto, ho viaggiato con te
sarà sempre uno stupore, ricordarmi di te

Prendi quello che ho da darti poi lo aggiungi a quel che hai
è una strada che si apre e di corsa la seguirai
cogli quello che trovi, rischia pure se lo vuoi
lascia tracce importanti , ma che parlino di te

Daniele Albarello

A Giorgio… il pittore.

marzo2005

L’abbiamo visto cadere, rotolando
come un barattolo nella corrente
l’abbiamo visto lontano sparire
senza potere fare niente

dai nostri occhi scendevano amare
perle sofferte inutilmente
e tra le mani sfuggivano lente
parole scritte sui giornali

Ti ho pensato camminare da solo
con un rosario in mano
non credo a Dio e non capisco questo gesto
che sale al cielo piano piano

ma mi piace l’idea che un giorno
possa guardarmi un po’ più da vicino
e mi piace l’idea che il suo sguardo
possa confondersi con il mio

Daniele Albarello

  • biella
    Tutte le poesie e i racconti sono forniti dai rispettivi autori o da chi ne è autorizzato. Nessun uso di esse può essere fatto senza autorizzazione. Sono inserite opere scritte da persone che vivono o che sono originarie del biellese. Tutti possono partecipare inviando una mail a biellaclub@gmail.com con: nome e cognome (o pseudonimo), e-mail da pubblicare (o eventuale link internet), testo di almeno due opere. - Sono pubblicate da 2 a 7 opere per ogni autore.